Glossario termini

Le parole sono suoni che diamo a concetti; ma spesso possiamo associare senza renderci conto suoni a concetti che in un’ altra cultura hanno suoni differenti. E’ semplicemente terminologia.

Il linguaggio è una forma di condotta comunicativa atta a trasmettere informazioni e a stabilire un rapporto di interazione che utilizza simboli aventi identico valore per gli individui appartenenti a uno stesso ambiente socioculturale. Dalle peculiarità della lingua rispetto a ogni altro codice semiologico derivano le peculiarità del l. verbale rispetto a ogni altro tipo di semiosi. La capacità di comunicare (cioè di individuare stati dell’esperienza collegandoli a variazioni dello stato di un mezzo fisico nell’ambito di un codice) non è privilegio esclusivo dell’uomo: oggi conosciamo un numero crescente di diversi codici di comunicazione che vengono adoperati dalle più varie specie animali.

Per questo sarebbe assai utile usare lo stesso termine per lo stesso concetto, ma attualmente è quasi impossibile.  Son dunque obbligata a creare una terminologia mia e associarla ai collegamenti di altre ricerche ed religioni. (farò del mio meglio).

p.s. Le terminologie nuove sono riportate nei post che seguono dopo il 23/06/20011

Spazio vuoto: è uno spazio perchè si percepisce la tridimensionalità, è vuoto perchè non vedi altro che te e lo sfondo nero. E’ il luogo dove partire per iniziare a immaginare, o il luogo dove contattare altre entità senza farle entrare nel proprio simbad; è molto comodo anche come passaggio da quando passi dal simbad a un luogo potenzialmente pericolo (così se usi il teletrasporto non possono rintracciarti facilmente, o almeno spero).

Giardino segretosinonimi_simbad: è il luogo dove faccio risiedere le parti interne mie (quelle che son sicura non siano parassiti), un posto protetto, solitamente chiuso o senza punti che definiscono una apertura vera e propria. Esso è realizzato mentalmente ed è anche il punto dove posso dialogare in tutta tranquillità con le mie parti interiori. Deve avere alcune piccole caratteristiche essenziali, ma oltre a quelle ognuno può sfruttare tutta la sua fantasia.

Simulazione mentale:

  1. Simulazione mentale fatta da soli: sinonimi_(Malanga)Simbad fatto da soli: è l’atto che le persone comuni che non si interessano di questi argomenti  definirebbe “immaginare”. Anche una sega mentale è una simulazione mentale in alcuni casi; tutti facciamo delle simulazioni mentali immaginando magari il giorno dell’interrogazione cosa chiede la prof e come ci parlerai, o quando hai il tuo primo appuntamento e ti immagini con immagini o solo a concetti quello che vuoi che avvenga e i luoghi che hai scelto per passare la giornata. (da buona romanticona vi propongo l’idea del primo bacio con quello/a che ti piace, quante volte ve lo siete immaginato con le possibili varianti).  Anche quando un artista si immagina il proprio racconto o il film fa lo stesso procedimento. Ora mi chiederete, la differenza con la fantasia dove sta? E la mia unica risposta potrà essere : lasciare che le immagini vengano da sole in modo spontaneo e fluido, invece di obbligare gli eventi. Un po’ come quando i bambini parlano con il proprio amico immaginario (sempre che lo sia), dove fa cose strane o assurde. Spesso parlate con voi stessi come se parlaste con il vostro miglior amico? Sarete pazzi per la società moderna ma normali per chi cerca il dialogo interiore ! Non vi basta come risposta? Infatti nemmeno a me basta, per questo continuo a trovare collegamenti che per ora non sono sufficientemente “scientifici”, ma qui di scientifico c’è ben poco.
  2. Simulazione mentale guidata: sinonimi_Simbad guidato da un aiuto esterno: in questo caso identifico sempre la tecnica di visualizzazione con però una presenza esterna reale che ti guida e ti dice cosa  immaginare o dove spostarti sempre nella simulazione. (tipo quando fanno le ipnosi per le abduction).
  3. Simulazione mentale profonda: sinonimi_(Malanga, psicologhi) Ipnosi:  a differenza della classica ipnosi che conosciamo come mito, questa ipnosi (simulazione mentale) ha caratteristiche molto differenti: intanto non servono oggetti per far cadere in uno stato inconscio quasi da ebete, e tanto meno entri in questo stato dove tutto quello che ti dicono diventa un comando ipnotico. Nulla di questo avviene. Infatti la simulazione mentale profonda è fatta per dialogare con le entità  intangibili che stanno dentro di noi. Ovviamente ci sono quelle che compongono noi esseri umani, ma potrebbero venir fuori anche entità parassite ed esterne che non dovrebbero starci; però con i tempi che corrono qualcosa si trova sempre. Questo metodo fa in modo che le altre parti tra cui la mente rimanga  serena e tranquilla in uno stato di meditazione (ipotizzo io..) e che la parte con cui si vuole dialogale possa tranquillamente utilizzare le corde vocali e il meccanismo di linguaggio della mente. Non si manda nessun comando, e non si fa strane cose, semplicemente si dialoga con questa entità interna e al massimo le si chiede di fare delle cose, sempre che lei voglia. Alcune persone sotto simulazione mentale profonda  ricordano tutto il dialogo, altre lo dimenticano.

Le entità:tutto quello che non è fisicamente toccabile, possiamo definirlo entità. Quindi sia le parti interne vere e proprie che parassiti ed esseri che si mostrano tramite collegamenti mentali o i sogni. Potrei dire che ci sono entità buone e cattive, entità che è giusto che stiano dentro di noi ed altre che invece son parassiti; ma non mi sembra corretto dover fare questa distinzione visto che alcune stanno proprio al filo di un gruppo e l’altro.

Farò giusto una piccola postilla: Un essere umano avrà sicuramente mente che siamo noi stessi, almeno uno spirito più o meno evoluto  che gestisca il corpo fisico e astrale ed eventualmente anche un anima; ma oltre a questo può ospitare più spiriti  buoni o cattivi ed avere infiniti collegamenti (fili) con altri buoni o cattivi. La scelta che una entità debba o no stare dentro il vostro corpo fisico è solo ed esclusivamente vostra.

(per spiegazioni  sulle entità che compongono un essere umano vedi questo link)

  • Fonte: sinonimi_Papà, coscienza, Dio, fonte,Uno:  La cosa più difficile forse da definire è proprio quello che ha creato tutto. Perfino la scienza oltre a tutte le religioni parla di un principio, riferendosi al Big Bang. Purtroppo ci son così tanti termini per definirlo che basterebbe usare la stessa parola per intendere uno superiore a noi ma non superiore a tutto per riferirsi a tutt’altro.Esso è ben più definibile  parlando delle sue caratteristiche:  è probabilmente la prima cosa che è esistita dal suo punto di vista, infatti ha creato una immagine di se (il modello universo); se avesse avuto dei simili non avrebbe creato una immagine di sé (non vi pare). Poi è un papà perché ha creato le anime che sono delle sue emanazioni (quindi figlie in un certo senso), le quali hanno costruito l’universo sotto le sue direttive. E’ probabilmente l’unica cosa esistente che è “Unica” e non ha un dualismo. Le informazioni più dettagliate  le esplicherò in un post dedicato, l’importante e che non lo vediate come il Dio classico cattolico o come un Dio pagano; da quel che ho capito dalle mie ricerche personali, esso  fa i fattacci suoi, pur in qualche modo facendo i nostri interessi in modo indiretto (quasi come se ci avesse regalato una bicicletta e ci avesse poi detto: ora impara da solo a pedalare!).
  • Entità del piano dello Spirito: Sono quelle che avendo determinate caratteristiche esistono in questo piano
    • Emanazione della Fonte:  sinonimi_(Malanga,Bellini) Anima, (Religioni,gente del mondo astrale) Spirito,matrice di punti luminosi, luce: questa entità è stata creata direttamente dalla fonte, per questo può essere considerata la cosa più potente, ma forse spesso e volentieri più ingenua. Come dire, ogni emanazione è differente per carattere, ma generalmente quelle che non hanno subito troppi traumi sono pure e semplici come una bimba dolce di 5 anni che raccoglie i fiorellini nel prato per la mamma . Questo non vuol dire che non siano potenzialmente pericolose, anzi una cosa che non hanno ad esempio è  il senso di colpa: se qualcuno gli rompe le palle più di tanto lo fanno fuori in un amen. Per alcuni libri che parlano di viaggi astrali, per le religioni varie, spesso quello che noi chiamiamo anima è ciò che nel passato chiamavano spirito.
    • Spirito “di consapevolezza 1/2/3 ecc”: sinonimi_(Malanga,Bellini) super Spirito o Spirito, (religioni o astrale) spiriti che vivono in questo piano: Ogni spirito, ma anche spiritello è fatto o è nato da quella cosa che la Fonte creò dopo l’Emanazione, ma poco dopo che l’universo fu creato. Al primo stadio esso era una entità unica poco cosciente che imperversava tutto l’universo. Però al passare del tempo e probabilmente delle reincarnazioni, ha preso sempre più consapevolezza e si è differenziato in tante piccole coscienze. Ognuna di queste probabilmente si è evoluta più o meno velocemente, passando per vari gradi ed esperienze. Si son anche creati gruppi di questi Spiriti e Spiritelli che lavorano secondo le loro esigenze. Ovviamente la vita fisica può esistere solo con la presenza di uno spirito o spiritello, senza è difficile che sopravviva; per questo motivo gli spiritelli continuano a reincarnarsi. A differenza degli Spiritelli, gli Spiriti hanno una frequenza alta e quindi possono risiedere nel piano dello Spirito, come l’emanazione. Però anche a questo livello ci sono diverse dimensioni e per questo ogni Spirito ha una consapevolezza che può andare da 1 a x. Non è saputo se uno spirito possa trasformarsi in una emanazione, ma il fatto che ci siano tante nuove emanazioni può supporre questo fatto.  Quello che viene considerato Super Spirito è solo uno spirito di consapevolezza. Altri definiti spiriti invece potrebbero essere Spiritelli. Riuscire a distinguerli  in modo chiaro e preciso non è ancora possibile.
  • Entità del piano dell’ Astrale: Sono quelle che avendo determinate caratteristiche esistono in questo piano.
    • Spiritello “di consapevolezza 1a/2a/3a ecc”: sinonimi_(Malanga,Bellini)  Spirito, (religioni o astrale) Anima, animo: Sono sostanzialmente come gli Spiriti, ma gli ho dato questo termine per identificare che esistono nel piano astrale. Anche essi possono reincarnarsi e probabilmente sono presenti in numerosissimi esseri viventi. Alla fine la differenza sta solo nella loro determinata frequenza che è più bassa di quella degli Spiriti. Questo non vuol dire che siano inferiori come stima e ideali, però sempre più avvicinandosi al mondo materiali essi sono attaccati alle cose fisiche.  (diciamo che ogni Spirito deve farsi la gavetta partendo dai piani bassi e salendo pian piano a quelli più alti; Gli Spiriti furono probabilmente per un periodo degli Spiritelli.
    • Corpo astrale: Non ci sono informazioni certe ma probabilmente è una evoluzione molto bassa dello Spirito o Spiritello, però strettamente necessaria per esistere.
    • Emanazione del proprio sé: sinonimi_(Malanga,Bellini) mente visualizzata in simbad:  è quella entità che rappresentiamo nel simbad come mente, però in questo lungo elenco la mente la definisco come noi esseri che pensiamo. Non è sicuramente chiaro la relazione tra la mente e il mondo non fisico, tanto che la gente quando muore va in astrale, quindi dovrebbe essere uno spirito, ma l’unione o  la differenza tra questi è da approfondire. Ci sono ancora tante domande.
  • Entità del mondo fisico: Tutto quello che noi tocchiamo è in qualche modo proiettato nel mondo fisico, anche se ha nature interne differenti. Anche un Emanazione o uno Spiritello possono essere presenti nel piano materiale anche se sono fatti per stare su un altro piano.
    • Corpo fisico: il nostro bel corpicino che non ha una sua personalità, ma se vogliamo potremmo anche visualizzarlo come un robot molto semplice che può eseguire gli ordini. Un altra metafora che usano quelli che parlano dell’astrale è il cappotto che ci veste e ci copre e quando è vecchio e non più efficace ce ne sbarazziamo per averne uno nuovo. Inoltre è come un involucro presente nel piano fisico.
    • Noi come Mente: siamo praticamente noi stessi, anche se in questo caso non è ancora chiarito se noi siamo la risultante delle componenti e quindi la mente è più la mente inconscia e istintiva, o se siamo di fatto la mente  pura e cruda. Per ora quando parlo di menti identifico solitamente noi come persone.   Per alcuni testi sul dopo morte  è spesso definito lo spirito di una persona, quello che va nell’aldilà; non parlano mai di mente ma di spirito di un individuo. Come poi abbiamo pure tutte le analogie sui fantasmi, gli spiriti erranti, e gli spiritelli cattivi.  Invece sulle nozioni riguardante l’astrale Spirito è quella cosa più elevata. Mi è dunque venuto da pensare che spesso lo spirito venga scambiato per entità astrale o mente.
    • Animali e piante:
    • Alieni :
Universo: E’ possibile che esistano diversi universi composti dai seguenti piani e sotto dimensioni. Ma non è ancora chiaro se le dimensioni dello Spirito e dell’ Astrale siano uniche per tutti gli universi o differenti per ognuno di essi.
  • Piani o dimensioni:
    • Piano dello Spirito:
    • dimensione con frequenza x:
    • Piano Astrale:
    • Piano materiale :

REVISIONI:

  • 23 giugno 2011 @ Rivoluzionato il sistema dei termini
  • 17 gennaio 2011 @
  • 08 gennaio 2011 @
  • 06 gennaio 2011 @


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: